come gestire coupon sconto - assistenza siti web

Come utilizzare i buoni sconto nel tuo ecommerce

Con l’arrivo dell’estate, offerte e sconti sono frequenti in tutti i tipi di negozi, compreso l’e-Commerce. L’uso dei buoni sconto è un modo molto popolare di offrire sconti, ma devi usarli senza perdere la testa. Ecco alcuni suggerimenti per utilizzare saggiamente i buoni sconto.

Il problema più grande con i buoni sconto è che gli utenti ci si abituano e quindi è molto difficile smettere di farlo, per questo motivo è importante gestirli correttamente.

Se offri sistematicamente buoni sconto su tutte le vendite che fai, oltre a incidere sui tuoi profitti, crea una malsana abitudine di utilizzo per qualsiasi negozio online.

La soluzione del buono sconto viene utilizzata per attirare clienti e aumentare il numero delle vendite. Se le vendite aumentano, possiamo sacrificare parte di questi vantaggi per gli sconti che offriamo in coupon, ma se lo facciamo sempre, avremo lo stesso lavoro o più, ma con meno entrate.

Quindi bisogna trovare un equilibrio che ci offra i vantaggi dell’utilizzo dei buoni sconto, senza cadere in cattive pratiche che, alla lunga, sono controproducenti.

Ecco alcune opzioni e suggerimenti che puoi utilizzare nelle tue tecniche di vendita e nell’uso dei buoni sconto nel tuo negozio online.

Certo, sei tu quello che conosce meglio il tuo negozio online e i tuoi clienti, quindi non è necessario che tu segua questi punti alla lettera, ma possono aiutarti a prendere idee e adattarle alle particolarità dei prodotti e servizi che offri.

Buoni sconto per i pacchetti di prodotti

Se sei un cliente abituale delle vendite online, avrai visto questa tecnica in numerose occasioni. Si tratta di applicare un buono sconto quando il cliente acquista un pacchetto di prodotti, anziché uno solo.

Naturalmente, i prodotti che includi nella confezione devono essere molto ben correlati, in modo che l’offerta sia sorprendente e catturi l’attenzione dei clienti.

Puoi offrire uno sconto % sull’ordine, se oltre al prodotto che il cliente ha scelto, viene aggiunto qualcos’altro, che è strettamente correlato al prodotto iniziale.

Cosa può essere? Bene, qui dovrai essere tu a decidere. Puoi vedere le statistiche di vendita nel caso in cui alcuni prodotti vengano solitamente venduti contemporaneamente ad altri o creino confezioni intenzionalmente. Questa tecnica di solito funziona molto bene e aumenta il volume di fatturazione totale dello stesso ordine.

Come utilizzare i buoni sconto nel tuo ecommerce: Buono Sconto sul Prossimo Acquisto

Quando effettui una vendita, puoi offrire un buono sconto se il cliente effettua un nuovo acquisto entro un certo tempo.

Nella vendita originale non offri alcun tipo di sconto, il cliente effettua un acquisto per il prezzo del prodotto o servizio che offri ma,  invece di concludere la transazione commerciale e aspettare pazientemente che il cliente torni nel nostro negozio, possiamo incentivarlo con uno sconto sul suo prossimo acquisto.

È come se offrissi degli sconti quando qualcuno si iscrive a una newsletter, ma con la differenza che è già cliente e ha effettuato un acquisto nel nostro negozio online.

Questo è utile per clienti indecisi o acquisti compulsivi, in cui lo sconto offerto finisce per dare la “spinta” e riacquista nel nostro e-commerce.

Come utilizzare i buoni sconto nel tuo ecommerce: Buoni Sconto per Numero di Articoli o per Importo Speso

Un’altra delle tecniche di vendita più comuni nei negozi online sono i buoni sconto per il numero di articoli acquistati o per l’importo dell’importo. Questo è anche molto comune in molti dei negozi online più popolari e si tratta di offrire buoni sconto se la vendita supera i limiti precedentemente stabiliti.

Ad esempio, se un cliente acquista un certo numero dello stesso prodotto, diciamo 5, possiamo offrirgli uno sconto se raggiunge le 10 unità.

Possiamo anche scaglionare gli sconti su un numero maggiore di unità acquistate dall’utente dello stesso prodotto, nello stesso modo in cui lavorano i grossisti, ma a livello di eCommerce.

In questo modo aumenta il volume delle vendite e con esse i profitti, oltre a liberarsi in alcuni casi delle scorte.

D’altra parte, puoi creare determinati coupon, che per ottenerli, il cliente deve raggiungere un importo specifico nella sua spesa. Ad esempio, se un utente ha un carrello di 70€, possiamo dirgli che se raggiunge i 100€, avrà un certo sconto applicato all’insieme di prodotti che ha nel carrello.

In questo modo raggiungiamo il nostro obiettivo, che è aumentare il volume delle vendite e non offrire buoni sconto sull’ordine iniziale.

Come utilizzare i buoni sconto nel tuo ecommerce : Buoni sconto per gli amici

Un’altra tecnica molto efficace è quella di dare ai tuoi clienti l’opportunità di consigliare il tuo negozio online ai loro amici o familiari. Poiché la maggior parte degli utenti e dei clienti ha bisogno di un “piccolo incentivo” per questo, possiamo utilizzare buoni sconto.

Il trucco consiste nell’invitare il nostro cliente a consigliare il nostro negozio online, possiamo offrire uno sconto di un certo importo o percentuale.

Se il cliente che riceve la segnalazione utilizza il buono sconto, anche il cliente che ha inviato la segnalazione riceve uno sconto equivalente.

Questa tecnica è utilizzata anche dalle banche, poiché è un vantaggio per tutti, nella transazione vincono tutti, chi invia l’invito, chi lo riceve e l’azienda che cattura un nuovo cliente.

Ovviamente le regole per poter usufruire del buono sconto sono stabilite da te, dato che dobbiamo sempre avere la premessa di ampliare il nostro volume di vendite e quindi i vantaggi.

Cose da tenere a mente

Le strategie di vendita e le offerte tramite buoni sconto hanno molte opzioni e se le applichi con buon senso, i risultati possono essere molto soddisfacenti.

Come accennato in precedenza, quello che conosce meglio il tuo negozio online sei tu, oltre a conoscere i tuoi clienti e determinare quale è la migliore strategia che puoi utilizzare.

In ogni caso, se hai bisogno di assistenza per il tuo ecommerce puoi visionare il nostro listino prezzi, sicuramente più conveniente rispetto ad assumere un aiutante in regola con i contributi…