Blog
Perché è Importante Fare Manutenzione ad un Sito Web

Nell’era digitale in cui viviamo, un sito web è spesso il primo punto di contatto tra un’azienda e i suoi potenziali clienti. È una vetrina virtuale che riflette l’immagine e i valori di un’organizzazione. Purtroppo, molti proprietari di siti web commettono l’errore di considerare la creazione del sito come un progetto finito una volta che è online. In realtà, la manutenzione regolare di un sito web è fondamentale per garantire il suo successo a lungo termine e per preservare la reputazione dell’azienda. Vediamo perché è importante fare manutenzione ad un sito web.

Perché è importante fare manutenzione ad un sito web

Sicurezza

Uno dei motivi principali per cui è essenziale mantenere un sito web è la sicurezza. I siti web sono vulnerabili agli attacchi informatici, come hacking, malware e phishing. La manutenzione regolare del sito, che include l’installazione di aggiornamenti di sicurezza e la scansione per vulnerabilità, aiuta a proteggere il sito e le informazioni dei suoi utenti.

Prestazioni Ottimali

Un sito web lento o che presenta errori di caricamento può causare frustrazione agli utenti e farli abbandonare il sito. La manutenzione regolare del sito web include l’ottimizzazione delle prestazioni, come la compressione delle immagini, la riduzione dei tempi di caricamento e la risoluzione di eventuali errori di codifica, garantendo un’esperienza utente fluida e positiva.

Aggiornamento dei Contenuti

I motori di ricerca favoriscono i siti web che forniscono contenuti freschi e rilevanti. La manutenzione regolare del sito web include l’aggiornamento dei contenuti, come articoli del blog, informazioni sui prodotti e servizi, e altro ancora. Ciò non solo migliora il posizionamento del sito nei motori di ricerca, ma mantiene anche gli utenti interessati e coinvolti.

Correzione di Errori

Anche i siti web ben progettati possono avere errori occasionali, come link rotti o pagine non trovate. La manutenzione del sito web permette di individuare e correggere tempestivamente questi errori, migliorando l’usabilità complessiva del sito e garantendo un’esperienza senza intoppi per gli utenti.

Adattabilità ai Dispositivi

Con l’aumento del traffico da dispositivi mobili, è fondamentale che un sito web sia ottimizzato per una varietà di schermi e dispositivi. La manutenzione regolare del sito web include l’ottimizzazione per dispositivi mobili, assicurando che il sito sia facilmente accessibile e utilizzabile su smartphone e tablet.

Perché è Importante Fare Manutenzione ad un Sito Web

In conclusione, la manutenzione regolare di un sito web è un investimento fondamentale per qualsiasi azienda che desideri avere successo online. Garantendo sicurezza, prestazioni ottimali, contenuti aggiornati, correzione di errori e adattabilità ai dispositivi, la manutenzione del sito web non solo protegge l’immagine e la reputazione dell’azienda, ma migliora anche l’esperienza complessiva degli utenti, aumentando la probabilità di conversione e fidelizzazione dei clienti.

Blog
Come correggere errore critico di WordPress “Si è verificato un errore critico sul tuo sito web”

WordPress è una piattaforma versatile e potente per la creazione di siti web, ma ogni tanto puoi trovarti ad affrontare errori imprevisti. Uno degli errori più comuni e fastidiosi è il messaggio “Si è verificato un errore critico sul tuo sito web”, questo messaggio in se non dice niente che possa aiutarci a risolverlo. Questo messaggio può apparire improvvisamente, causando preoccupazione e frustrazione tra gli utenti. Tuttavia, non è il momento di panico. In questo articolo, esploreremo le possibili cause di questo errore e forniremo soluzioni pratiche per correggerlo.

Come correggere errore critico di WordPress “Si è verificato un errore critico sul tuo sito web

Cause Comuni dell’Errore Critico di WordPress

Plugin Incompatibili o Obsoleti

Gli errori critici possono verificarsi quando uno o più plugin installati sul tuo sito non sono compatibili con la versione di WordPress che stai utilizzando. In alcuni casi, un plugin potrebbe essere obsoleto e non più supportato.

Soluzione:

  1. Accedi alla tua area di amministrazione di WordPress.
  2. Disattiva tutti i plugin contemporaneamente.
  3. Riattiva uno alla volta per identificare il plugin responsabile dell’errore.
  4. Aggiorna i plugin obsoleti o cerca alternative compatibili.

Temi Danneggiati o Incompatibili

Un tema WordPress difettoso o incompatibile può essere una causa dell’errore critico. Ciò può accadere quando il tuo tema non è stato aggiornato per funzionare con la versione attuale di WordPress.

Soluzione:

  1. Cambia temporaneamente il tema a uno predefinito, come Twenty Twenty-One.
  2. Se l’errore scompare, il problema è legato al tuo tema. Aggiorna il tema o cerca un’alternativa compatibile.

Problemi con i File del Core di WordPress

Se i file principali di WordPress sono danneggiati o mancanti, potrebbe verificarsi un errore critico.

Soluzione:

  1. Accedi al tuo sito via FTP.
  2. Sostituisci i file del core di WordPress con una copia pulita dalla fonte ufficiale.

Problemi di Memoria del Server

Un’allocazione insufficiente di memoria del server può portare a errori critici.

Soluzione:

Modifica il file wp-config.php aggiungendo la seguente linea prima di /* That's all, stop editing! */:

define('WP_MEMORY_LIMIT', '256M');

Aumenta il limite di memoria secondo le necessità del tuo sito, in questo caso ho messo 256 Mb ma se te ne servono di più basta aumentare il limite.

Errori nel Database

Errori nel database possono causare problemi critici. Effettua sempre un backup prima di apportare modifiche al database.

Soluzione:

  1. Utilizza un plugin di manutenzione del database o esegui manualmente query di riparazione.

Come correggere errore critico di WordPress: Conclusioni

Risolvere l’errore critico di WordPress richiede pazienza e metodicità. Segui le soluzioni proposte, facendo attenzione a eseguire sempre backup prima di apportare modifiche significative. Se le soluzioni suggerite non risolvono il problema, potrebbe essere utile chiedere assistenza a un professionista o contattarci direttamente aprendo un ticket a questo link www.assistenzasitiweb.com/prodotto/assistenza-siti-web. Con una diagnosi accurata e le giuste azioni correttive, il tuo sito WordPress tornerà presto online e senza problemi.

Blog
GDPR e Sito Web: Guida Completa per la Conformità su Privacy e Cookies

Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) è entrato in vigore nel 2018, introducendo importanti cambiamenti nelle normative sulla privacy in tutta l’Unione Europea. Per i proprietari di siti web, comprendere le implicazioni del GDPR è fondamentale per evitare sanzioni e garantire la conformità alle normative vigenti. In questo articolo, ti spiego le principali regole su privacy e cookies per essere sicuro che il tuo sito web sia pubblicato con le disposizioni corrette del GDPR.

GDPR e Sito Web: Guida Completa per la Conformità su Privacy e Cookies

Privacy e Trattamento dei Dati Personali

Il GDPR pone una particolare enfasi sulla protezione dei dati personali. È essenziale informare chiaramente gli utenti su come vengono raccolti, utilizzati e conservati i loro dati. La presenza di una chiara informativa sulla privacy sul sito web è obbligatoria, e questa dovrebbe spiegare in modo trasparente le finalità del trattamento dei dati, i diritti degli utenti e come esercitarli.

Consentimento Esplicito

Ottenere il consenso esplicito per la raccolta e l’elaborazione dei dati è un elemento chiave del GDPR. Assicurati che gli utenti abbiano la possibilità di fornire un consenso chiaro e inequivocabile, specialmente per l’uso di cookie e tecnologie di tracciamento. I form di consenso dovrebbero essere facili da comprendere e non devono essere precompilati.

Politica sui Cookies

I cookie sono ampiamente utilizzati per migliorare l’esperienza dell’utente, ma il GDPR richiede una gestione trasparente di queste tecnologie. La tua politica sui cookie dovrebbe spiegare quali tipi di cookie vengono utilizzati, le loro finalità e come gli utenti possono gestire le proprie preferenze. È fondamentale garantire che gli utenti possano accettare o rifiutare i cookie in modo consapevole.

Diritto all’oblio e portabilità dei dati

In conformità con il GDPR, gli utenti hanno il diritto di richiedere la cancellazione dei propri dati personali (diritto all’oblio) e la portabilità dei dati. Assicurati di avere procedure interne per rispondere prontamente a queste richieste e di informare gli utenti su come possono esercitare tali diritti.

Aggiornamenti continui

Le normative sulla privacy sono in continua evoluzione. Mantieni il tuo sito web aggiornato rispetto alle ultime modifiche normative e assicurati di apportare le necessarie modifiche alla tua politica sulla privacy e alla gestione dei cookie di conseguenza.

GDPR e Sito Web: Conclusioni

La conformità al GDPR è essenziale per qualsiasi proprietario di sito web che operi nell’Unione Europea o tratti dati personali di cittadini europei. Investire tempo nella comprensione delle normative sulla privacy e nell’implementazione di pratiche conformi non solo proteggerà il tuo sito web da sanzioni, ma contribuirà anche a costruire la fiducia degli utenti. Assicurati di essere sempre informato sulle ultime novità normative e di mantenere il tuo sito web in conformità con le leggi sulla privacy in continua evoluzione.

Blog
Che cosa è Rank math e come ottimizzarlo

Per avere successo online, è importante ottimizzare il proprio sito web per i motori di ricerca. Tra gli strumenti più utili per avere una migliore visibilità su Google e altri motori di ricerca c’è Rank Math, un plugin SEO per WordPress. Qua di seguito ti spiego che cosa è Rank Math e come ottimizzarlo per migliorare il posizionamento del tuo sito web.

WordPress: Che cosa è Rank math e come ottimizzarlo

Che cos’è Rank Math

Rank Math è un plugin di ottimizzazione per motori di ricerca (SEO) sviluppato appositamente per WordPress. Questo strumento gratuito offre una vasta gamma di funzionalità per aiutarti a ottimizzare il tuo sito web e migliorare la sua visibilità sui motori di ricerca. Rank Math è noto per la sua facilità d’uso, anche per gli utenti meno esperti, ma offre anche funzionalità avanzate per i professionisti del settore SEO.

Ecco alcune delle principali caratteristiche di Rank Math

Analisi SEO approfondita

Rank Math esegue un’analisi approfondita del tuo sito web e fornisce suggerimenti su come migliorare l’ottimizzazione SEO. Questo include suggerimenti per le parole chiave, la struttura dei collegamenti interni ed esterni, la leggibilità del contenuto e molto altro.

Impostazioni SEO avanzate

Il plugin ti consente di controllare tutti gli aspetti dell’ottimizzazione SEO del tuo sito web. Puoi personalizzare le tue metatag, le immagini in primo piano sui social media, i sitemaps XML e molto altro.

Monitoraggio delle parole chiave

Rank Math ti aiuta a monitorare le tue parole chiave e a tenere traccia delle posizioni su Google. Puoi vedere come le tue parole chiave si comportano nel tempo e apportare modifiche di conseguenza.

Compatibilità con Schema Markup

Il markup schema è importante per migliorare la visibilità sui motori di ricerca e Rank Math offre un’ampia gamma di opzioni per implementarlo facilmente sul tuo sito web.

Supporto per i social media

Rank Math ti consente di personalizzare come il tuo sito web appare sui social media, controllando le immagini in primo piano, i titoli e le descrizioni.

Come ottimizzare Rank Math per il tuo sito web

Ora che hai una infarinatura di base su cosa sia Rank Math, ti spiego come puoi utilizzarlo per ottimizzare il tuo sito web WordPress.

Innanzitutto, devi installare Rank Math sul tuo sito WordPress. Puoi farlo direttamente dal tuo pannello di amministrazione WordPress andando su “Plugin” > “Aggiungi nuovo” e cercando “Rank Math”. Dopo l’installazione, segui la procedura guidata di configurazione iniziale per impostare il plugin secondo le tue esigenze.

Ottimizzazione delle parole chiave

Una delle caratteristiche più potenti di Rank Math è la sua capacità di aiutarti a ottimizzare le tue parole chiave. Utilizza la funzione di analisi SEO per trovare parole chiave rilevanti per il tuo contenuto e assicurati di includerle nelle tue metatag, titoli e descrizioni.

Struttura dei collegamenti interni

Rank Math ti consente di analizzare la struttura dei collegamenti interni sul tuo sito web. Assicurati di creare collegamenti tra i tuoi articoli in modo logico e naturale, migliorando così l’esperienza dell’utente e l’ottimizzazione SEO.

Markup Schema

Sfrutta la funzione di Markup Schema di Rank Math per aggiungere dati strutturati al tuo sito web. Questo può aiutare i motori di ricerca a comprendere meglio il contenuto del tuo sito e potrebbe portare a risultati di ricerca arricchiti.

Non dimenticare di utilizzare la funzione di monitoraggio delle performance di Rank Math per tenere traccia del posizionamento delle tue parole chiave e apportare miglioramenti costanti.

Assicurati di mantenere Rank Math sempre aggiornato con le versioni più recenti. Gli sviluppatori rilasciano costantemente nuove funzionalità e correzioni di bug, quindi assicurati di beneficiare delle ultime novità.

Che cosa è Rank math e come ottimizzarlo

Rank Math è uno strumento potente per ottimizzare il tuo sito WordPress per i motori di ricerca. Sfruttando le sue funzionalità avanzate e seguendo le pratiche di ottimizzazione SEO consigliate, puoi migliorare notevolmente la visibilità del tuo sito web e attirare più visite organiche. Ricorda che l’ottimizzazione SEO è un processo continuo, quindi prenditi il tempo per monitorare e migliorare costantemente il tuo sito web per ottenere i migliori risultati.

Blog
Come mettere in manutenzione un sito WordPress

Mettere il tuo sito WordPress in modalità manutenzione è essenziale quando stai apportando aggiornamenti o modifiche sostanziali. Questo aiuta a prevenire che i visitatori vedano il sito in uno stato incompleto o che interagiscano con funzionalità non completamente operative. In questa guida, ti faccio vedere come attivare facilmente la modalità manutenzione su WordPress.

Come mettere in manutenzione un sito WordPress: Una Guida Semplice e Chiara

Comprendere la Modalità Manutenzione

Prima di procedere, è importante capire cosa significa mettere il tuo sito in modalità manutenzione. Questa impostazione mostra ai visitatori un messaggio che il sito è temporaneamente non disponibile, mentre agli amministratori consente di accedere e lavorare sul sito normalmente. Serve per nascondere il sito da occhi indiscreti quando si stanno facendo delle modifiche strutturali o di template. Non è necessario mettere il sito in manutenzione se devi solo scrivere un articolo oppure aggiungere una pagina o cambiare il menu.

Utilizzare un Plugin di Manutenzione

Il metodo più semplice per attivare la modalità manutenzione è utilizzare un plugin WordPress. Ci sono diversi plugin disponibili, come “Light Star WP Maintenance Mode“, “Maintenance” o Minimal Coming Soon & Maintenance Mode. Questi plugin ti offrono opzioni personalizzabili, come la progettazione di una pagina di manutenzione, l’aggiunta di un conto alla rovescia o l’inserimento di form di contatto.

Installare, attivare e configurare il Plugin

Scegli un plugin di manutenzione dal repository di WordPress e installalo. Vai su ‘Plugin’ > ‘Aggiungi Nuovo’, cerca il plugin che preferisci, poi clicca su ‘Installa’ e ‘Attiva’. Dopo aver attivato il plugin, vai alle sue impostazioni. Qui, puoi personalizzare la pagina di manutenzione. Alcuni plugin ti permettono di modificare il testo, aggiungere immagini, scegliere un design, impostare un conto alla rovescia, e molto altro.

Attivare la Modalità Manutenzione e testarla

Una volta configurato il plugin a tuo piacimento, attiva la modalità manutenzione. Di solito, c’è un’opzione chiara nel pannello di configurazione del plugin per farlo. Dopo aver attivato la modalità manutenzione, è importante testare per assicurarsi che funzioni correttamente. Apri una finestra di navigazione in incognito o disconnettiti dal tuo account WordPress per vedere come appare la pagina ai visitatori.

Disattivare la Modalità Manutenzione

Una volta completate le modifiche al tuo sito, ricorda di disattivare la modalità manutenzione. Ritorna alle impostazioni del plugin e disattiva l’opzione.

Come mettere in manutenzione un sito WordPress

Mettere il tuo sito WordPress in modalità manutenzione è un processo semplice ma importante. Assicura che i visitatori non vedano un sito in lavorazione e ti dà lo spazio per apportare modifiche senza fretta. Seguendo questi passaggi, puoi assicurarti che il tuo sito rimanga professionale anche durante gli aggiornamenti.

Non sai come farlo? Apri un ticket con i nostri tecnici e risolveremo il tuo problema!

Blog
Come Contattare l’Assistenza WordPress

WordPress è uno dei sistemi di gestione dei contenuti più popolari al mondo, usato sia da blogger amatoriali che da grandi aziende. Tuttavia, a volte possono sorgere problemi o dubbi che richiedono un’assistenza specialistica. In questo articolo, esploreremo i vari modi in cui puoi contattare l’assistenza WordPress per risolvere i tuoi problemi.

Come Contattare l’Assistenza WordPress: Una Guida Pratica

1. Forum di Supporto di WordPress

Il primo punto di contatto per molti utenti è il forum di supporto di WordPress. Qui, puoi cercare tra le discussioni esistenti per vedere se il tuo problema è già stato risolto, oppure puoi aprire una nuova discussione. Gli esperti di WordPress e altri utenti della community spesso rispondono rapidamente, offrendo soluzioni e consigli.

2. Documentazione Ufficiale

Prima di contattare direttamente l’assistenza, è utile consultare la documentazione ufficiale di WordPress. Questa risorsa comprende una vasta gamma di guide e articoli che coprono quasi ogni aspetto di WordPress, dai problemi tecnici alle guide per principianti.

3. Assistenza Tramite il Tuo Hosting

Se il tuo sito WordPress è ospitato su una piattaforma di hosting, spesso è possibile ricevere assistenza direttamente dal tuo provider. Molti host offrono supporto specifico per WordPress, che può essere più rapido ed efficace rispetto al contatto diretto con WordPress.

4. Social Media e Gruppi

Un altro modo per ottenere assistenza è unirsi a gruppi di WordPress sui social media, come Facebook o LinkedIn. Qui, puoi fare domande e ricevere risposte da altri utenti di WordPress. Attenzione però a chi si approfitta della tua inesperienza per farti pagare carissima una consulenza WordPress.

5. Supporto Premium

Se gestisci un sito WordPress di importanza critica o hai esigenze complesse, potresti considerare il supporto premium. Noi di Assistenzasitiweb.com siamo esperti di WordPress ed offriamo piani di assistenza a pagamento, che garantiscono un accesso più rapido e personalizzato all’assistenza.

6. Contattare l’Assistenza dei vari plugin

Per problemi specifici relativi a prodotti o servizi WordPress, come WooCommerce o Jetpack, puoi contattare direttamente il loro supporto, oppure, più velocemente, puoi utilizzare i nostri servizi di assistenza WordPress, e nel giro di 24/48 ore tornerai operativo e funzionante come non mai.

Come Contattare l’Assistenza WordPress, conclusioni

Affrontare problemi con WordPress può sembrare scoraggiante, ma con le risorse giuste e un approccio paziente, la maggior parte delle questioni può essere risolta. Ricorda di cercare prima nelle risorse esistenti e di utilizzare i forum e i gruppi della community per un supporto rapido ed efficace o. in alternativa, contattaci per ulteriori informazioni in merito.

Blog
Come correggere errore 502 Bad Gateway

L’errore 502 Bad Gateway è uno degli inconvenienti che possono capitare durante la navigazione di un sito web. Questo errore si verifica quando c’è una comunicazione non riuscita tra i server che impedisce il caricamento della pagina web. La difficoltà nella risoluzione di questo errore sta nel fatto che può essere causato da una varietà di problemi che riguardano sia il client sia il server. Ecco alcune azioni che puoi intraprendere per cercare di correggere l’errore 502 Bad Gateway.

Come correggere errore 502 Bad Gateway

1. Ricarica la Pagina e controlla se il Sito è giù per tutti o solo per te

Spesso, il problema è temporaneo e può essere risolto semplicemente ricaricando la pagina. Puoi farlo premendo F5 o cliccando sul pulsante di aggiornamento nel tuo browser. Utilizza strumenti come Down for Everyone or Just Me per controllare se il sito è effettivamente giù o se il problema riguarda solo la tua connessione. Se il problema è globale, l’unica cosa che puoi fare è aspettare che i gestori del sito risolvano il problema.

2. Svuota la cache del tuo Browser ed elimina i Cookie del sito

Un’altra soluzione rapida è svuotare la cache del browser. Dati obsoleti nella cache potrebbero causare conflitti che portano all’errore 502.

I cookie possono interferire con il modo in cui il tuo browser carica un sito web. Prova a cancellare i cookie relativi al sito che stai cercando di visitare e verifica se questo risolve l’errore.

3. Verifica le Impostazioni del Tuo Proxy

Se utilizzi un proxy, le sue configurazioni potrebbero causare l’errore 502. Verifica le impostazioni e prova a disabilitare il proxy per vedere se questo risolve il problema.

4. Riavvia il Router o il Modem

Problemi di connessione a livello di rete domestica o aziendale possono causare errori 502. Prova a riavviare il modem o il router per ristabilire la connessione.

5. Contatta l’Hosting Provider

Se gestisci il sito web che sta restituendo l’errore 502, potrebbe essere necessario contattare il tuo hosting provider. L’errore potrebbe essere causato da problemi sui loro server, come un sovraccarico o manutenzione non pianificata.

6. Controlla i Log del Server

Se hai accesso ai log del server, controllali per cercare errori. Questi log possono fornire indizi su cosa sta causando l’errore 502.

7. Disattiva i CDN o i Servizi di Protezione DDoS Temporaneamente

Servizi come Cloudflare possono talvolta mostrare una pagina 502 a causa di problemi con i loro sistemi. Disattivare questi servizi temporaneamente può aiutarti a diagnosticare se sono la causa del problema.

Come correggere errore 502 Bad Gateway: conclusione

Se nessuna delle azioni precedenti ha risolto il problema, potrebbe essere necessario attendere. I problemi del server spesso si risolvono da soli una volta che gli amministratori intervengono. L’errore 502 Bad Gateway può essere causato da problemi con il tuo dispositivo o con il sito web stesso, e spesso la soluzione è relativamente semplice.

Ricordati che la pazienza è fondamentale: alcuni problemi di rete sono fuori dal tuo controllo e devono essere risolti dai tecnici del server o dall’ISP. Tuttavia, seguendo i passaggi sopra, puoi assicurarti di aver fatto tutto il possibile per risolvere l’errore da parte tua.

Blog
Risoluzione errore “Numero eccessivo di reindirizzamenti” in WordPress

L’errore “Numero eccessivo di reindirizzamenti”, noto tecnicamente come errore di loop di reindirizzamento, è un problema comune che si verifica quando un sito web tenta di reindirizzare una richiesta a un’altra pagina, ma viene a crearsi un circolo vizioso di reindirizzamenti che il browser non può risolvere.

In WordPress, questo problema è spesso causato da configurazioni errate nei permalink, nei plugin di reindirizzamento o nelle impostazioni del server. Ecco come affrontarlo.

Risoluzione errore “Numero eccessivo di reindirizzamenti” in WordPress

Verifica le Impostazioni dei Permalink

Il primo passo per risolvere questo errore è controllare i permalink:

  • Accedi alla dashboard di WordPress.
  • Vai in Impostazioni > Permalink.
  • Clicca “Salva modifiche” senza modificare nulla.

Questo può ripristinare le impostazioni dei permalink e risolvere eventuali problemi.

Controlla il File .htaccess

Il file .htaccess è critico per la gestione dei permalink e dei reindirizzamenti. Un errore in .htaccess può causare loop di reindirizzamento:

  1. Accedi al sito via FTP o cPanel.
  2. Trova il file .htaccess nella directory radice.
  3. Rinominalo (ad esempio in .htaccess_old) per disabilitarlo temporaneamente.
  4. Ritorna in Impostazioni > Permalink e salva di nuovo per generare un nuovo .htaccess.

Se il problema si risolve, c’era un errore nel file .htaccess originale.

Disattiva i Plugin

I plugin di reindirizzamento, di sicurezza o i cache plugin possono causare questo errore. Prova a disattivare tutti i plugin:

  • Rinomina la cartella dei plugin via FTP o cPanel, questo disabiliterà tutti i plugin.
  • Verifica se il problema persiste.

Se risolto, riattiva i plugin uno per uno per individuare il responsabile.

Verifica le Impostazioni SSL

Se hai recentemente attivato SSL o cambiato le impostazioni relative, verifica che tutto sia configurato correttamente:

  1. Controlla se hai impostato WordPress per funzionare con HTTPS in Impostazioni > Generali.
  2. Assicurati che eventuali plugin di reindirizzamento SSL siano configurati correttamente.
  3. Verifica che il certificato SSL sia valido e funzionante.

Pulisci la Cache

La cache del browser e del server può a volte causare problemi di reindirizzamento. Pulisci la cache del browser e, se usi un plugin di cache, svuota anche quella.

Impostazioni del Server di Hosting

Il problema potrebbe essere a livello di server. Controlla:

Se ci sono regole di reindirizzamento a livello di server che potrebbero causare il problema.
Se stai utilizzando un CDN, verifica che non ci siano problemi con la configurazione del CDN.
Contatta il supporto del tuo hosting per vedere se possono identificare e risolvere il problema.

Aggiornamenti e Backup

Assicurati che WordPress, i temi e i plugin siano aggiornati. Inoltre, prima di fare qualsiasi cambiamento significativo, è sempre una buona pratica effettuare un backup completo del sito.

Reinstallazione di WordPress

In casi estremi, se nessuno dei passaggi precedenti funziona, potresti dover considerare di reinstallare WordPress. Assicurati di fare un backup prima di procedere.

Risoluzione errore “Numero eccessivo di reindirizzamenti” in WordPress: conclusione

L’errore di “Numero eccessivo di reindirizzamenti” in WordPress è spesso il risultato di piccole configurazioni errate che possono essere facilmente risolte seguendo i passaggi sopra. È essenziale affrontare il problema sistematicamente, cambiando una sola variabile alla volta e verificando se il problema si risolve dopo ogni modifica. In questo modo, puoi identificare la causa esatta e trovare una soluzione senza compromettere altre funzionalità del tuo sito.

Blog
Come risolvere i messaggi di Errore 404 in WordPress

Un errore 404 si verifica quando il server web non riesce a trovare la pagina che l’utente sta cercando. Questo può accadere per vari motivi, come link rotti o problemi di redirect. Nell’ambito di un sito WordPress, gli errori 404 possono essere particolarmente frustranti perché possono influenzare l’esperienza dell’utente e il posizionamento SEO del sito. Fortunatamente, ci sono diverse strategie che puoi adottare per risolvere questi errori.

Come Risolvere i Messaggi di Errore 404 in WordPress

Controlla il Link e verifica le impostazioni dei Permalink

Il primo passo è sempre verificare l’URL che sta causando l’errore 404. Assicurati che sia scritto correttamente e che non ci siano errori di battitura. Un errore umano nel digitare l’URL è una delle cause più comuni di errori 404.

WordPress utilizza una struttura di link permanente, o permalink, che può occasionalmente causare problemi. Una soluzione rapida consiste nel ripristinare i permalink. Puoi farlo accedendo alla dashboard di WordPress, andando in Impostazioni > Permalink e semplicemente cliccando “Salva modifiche” senza apportare alcun cambiamento. Questo può ristabilire le regole di rewrite e risolvere eventuali errori 404 causati da un errore di configurazione.

Assicurati che il file .htaccess sia corretto

Il file .htaccess è importante per il reindirizzamento e la gestione degli URL in WordPress. Un errore in questo file può portare a messaggi di errore 404. Controlla il file .htaccess attraverso un client FTP o il gestore file del tuo pannello di controllo di hosting. Il file .htaccess standard per WordPress dovrebbe assomigliare a questo:

# BEGIN WordPress

RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteRule ^index\.php$ – [L]
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d
RewriteRule . /index.php [L]

# END WordPress

Se manca o se ci sono errori, sostituisci il contenuto con il codice di default sopra.

Disabilita i Temi e i Plugin

Un plugin o un tema in conflitto può causare errori 404. Per testare se questo è il problema, prova a disattivare tutti i plugin e a impostare un tema predefinito di WordPress. Se questo risolve il problema, riattiva ogni plugin e tema uno per uno fino a che non trovi il colpevole.

Controlla i Redirect

Se hai configurato reindirizzamenti personalizzati, uno di questi potrebbe essere configurato in modo errato, portando a un errore 404. Assicurati che tutti i redirect siano impostati correttamente e non conducano a pagine non esistenti.

Verifica la presenza di Link Rotti

Utilizza strumenti come Broken Link Checker o Google Search Console per individuare e correggere i link rotti all’interno del tuo sito.

Aumenta la Memoria di WordPress

Talvolta, l’errore 404 può essere causato da un problema di memoria esaurita. Aumentare il limite di memoria assegnato a PHP può risolvere il problema. Puoi farlo aggiungendo la seguente riga di codice nel tuo file wp-config.php:

define(‘WP_MEMORY_LIMIT’, ‘256M’);

Consulta il Tuo Hosting

Se nessuno dei passaggi precedenti risolve il problema, potrebbe esserci un problema più grande con il tuo account di hosting. In questo caso, è meglio consultare il supporto tecnico del tuo provider di hosting.

Come Risolvere i Messaggi di Errore 404 in WordPress

Risolvere i messaggi di errore 404 è importante per garantire una buona esperienza utente e mantenere l’integrità SEO del tuo sito. Non trascurare questi errori, e se non sei sicuro su come procedere, considera l’assistenza di un professionista del web.